home
Un iter mirato alle esigenze del cliente per un prodotto professionale e unico.
Un servizio esaustivo e puntuale dalla progettazione alla fase post-vendita.
ANTIMAFIA PER IL GSE: NUOVE REGOLE
3-8-2017

Il GSE richiede l’aggiornamento della dichiarazione antimafia almeno ogni 12 mesi, pena la sospensione della Convenzioni in essere, sia per l’incentivo che per gli altri contributi.

Tra l’altro è cambiato l’applicativo e bisogna reinserire tutti i dati

 In base a quanto previsto dall’art. 99, comma 2-bis del D. Lgs. 159/2011, il GSE ha l’obbligo di acquisire d’ufficio, tramite le Prefetture, la documentazione antimafia per tutti gli Operatori che ricevono incentivi per un importo superiore a €150.000, calcolato per l’intera durata del periodo incentivante, AGGIORNATA OGNI 12 MESI; la corretta acquisizione della dichiarazione da parte del GSE è condizionata dall’accettazione delle informazioni, che lo stesso trasmetterà alla Banca Dati Nazionale Antimafia (BDNA).

In particolare, per poter trasmettere le richieste alle Prefetture competenti, il GSE deve acquisire da tali Operatori la seguente documentazione, TRAMITE NUOVA FUNZIONALITA’ PRESENTE SU PORTALE:

  • dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, dalla quale risultino i dati dei soggetti da controllare a norma dell'art. 85 del D. Lgs. 159/2011;
  • dichiarazioni sostitutive redatte ai sensi del D.P.R. 445 del 2000, a cura dei soggetti obbligati ex art. 85 del D. Lgs. 159/2011, riferite ai loro familiari conviventi di maggiore età.

Sul Manuale Utente (disponibile anche sul portale), sono rappresentate dettagliatamente le nuove funzionalità.

chiamateci per informazioni e consulenze o inviate una mail a info@ecoenergiafutura.it